jump to navigation

.:[politica/1]:. lunedì, aprile 24, 2006

Posted by Beppe Bravi (Beppone) in politica.
trackback

Fino ad ora non avevo fatto politica nel mio blog.. l'avevo dedicato solo agli attimi di vita di famiglia… ora è giunto il momento di cambiare un pò.
Non si può ignorare cosa sta succedendo perchè anche questo fa parte del mio ruolo di uomo che vive e che crede in alcuni valori.
Forse aprirò un blog parallelo, ma nel frattempo voglio trasmettere a tutti questa lettera, già pubblicata sul blog di Beppe Grillo, per cercare di trasmettere una parola di minimo conforto e aiuto alle persone oneste di Sicilia.

A mani nude i magistrati sono stati uccisi, a mani nude poliziotti e carabinieri hanno cercato nei crateri del tritolo i corpi dei loro colleghi, a mani nude preti coraggiosi sono stati abbandonati nelle loro periferie e poi uccisi o trasferiti, a mani nude i giovani coltivano la terra confiscata alla mafia per vedere i loro raccolti distrutti, a mani nude altri giovani vanno via. A mani nude sono morti giornalisti, imprenditori, liberi pensatori.
A mani nude noi donne e uomini siciliani scendiamo in piazza, parliamo con la gente, aiutiamo le donne e i bambini delle periferie, i senza casa, i migranti. A mani nude combattiamo come meglio possiamo la mafia, da sempre.La mafia che respiriamo nell’aria dalle esalazioni delle eco-mafie, che unge quelle poche monete e banconote che teniamo in tasca, che ospita nei suoi edifici scolastici i nostri figli, che ci cura nelle sue strutture sanitarie; la mafia che fa salire, con l’addizionale del pizzo, il prezzo dei nostri consumi; la mafia che s’infiltra in una compiacente burocrazia pachidermica che porta alla rassegnazione di chi chiede come un favore, in cambio del voto, tutto ciò di cui ha pienamente diritto; la mafia che si annida nell’incuria dei nostri monumenti e nel vigore del cemento abusivo.

A mani nude restiamo soli a perdere battaglie politiche combattute con armi impari, a mani nude restiamo invisibili ai leader del centrosinistra, a mani nude abbiamo individuato la candidata ideale alla Presidenza della Regione Siciliana, a mani nude abbiamo imposto le elezioni primarie per la scelta del candidato della coalizione, a mani nude le abbiamo vinte, a mani nude stiamo cercando di vincere le elezioni regionali. A mani nude la nostra candidata, con una forza angelica e sovrumana, con le armi della trasparenza e dell’onestà, percorre da mesi le strade della Sicilia parlando alla gente da qualsiasi postazione, anche dal tetto di un camion, e lì dove riesce ad arrivare è amata da tutti. La sua faccia pulita e onesta occhieggia dai nostri muri sovrastata dalle gigantografie degli avversari: troppe, troppo grandi, abbiamo soltanto le lenzuola ai balconi per contrastarle.
Potremmo anche perdere se non capirete tutti che la battaglia è di tutti noi. Il mondo ci guarda: giornalisti stranieri giungono qua, incuriositi da queste strane elezioni, rese ancora più emblematiche dall’arresto del boss Provenzano.
MA L’ITALIA DOV’E’?
Che queste elezioni abbiano un significato enorme lo sa il centrodestra, che, infatti, ha dispiegato forze inimmaginabili. La Sicilia è la sua ultima o più forte roccaforte e queste elezioni possono conferire forza, o togliere forza anche alle gambe del neo governo nazionale di centrosinistra. Noi, voi, ci rendiamo conto di questo?
Si perde quando si è soli e soli non vogliamo essere più, si perde quando i nostri leader pensano di poter vincere con i comizi degli ultimi giorni e qualche manifesto per strada. E’ ovvio che non basta e lo dimostrano le nostre sconfitte. Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti. Abbiamo bisogno che voi, veniate in massa a vivere con noi questa primavera di passione politica: leader, dirigenti, movimenti di centrosinistra, intellettuali, artisti, gente di spettacolo, persone oneste. Venite con noi nelle periferie a parlare con la gente, a cantare, a recitare, a tenere comizi in piedi sulle sedie, a sgolarci dai megafoni delle automobili. Se avete il peso per essere ascoltati lanciate appelli pubblici dalle pagine dei giornali nazionali. Altrimenti contattate amici, parenti e conoscenti siciliani, per convincerli a votare per Rita Borsellino e appendere ai loro balconi lenzuoli bianchi con su scritto: RITA PRESIDENTE!.

Io mi auguro che ciò possa avvenire.. e che sinceramente, finalmente, qualcosa si smuova e cambi dal basso… senza aspettare la manna di un fantomatico salvatore della patria.
Un abbraccio ai Siciliani.

Annunci

Commenti»

1. vincenzo - lunedì, aprile 24, 2006

Davvero una bella lettera, anche se un po’ troppo di sinistra. Però non c’è dubbio che merita di essere letta e diffusa. Ciao Beppe.

2. billo - lunedì, aprile 24, 2006

hai perfettamente ragione.
billo

3. aegaion - lunedì, aprile 24, 2006

approvo questo tuo piccolo cambiamento di rotta. Un saluto

4. franceschito - lunedì, aprile 24, 2006

Anch’io approvo. D’altronde, in un momento come questo è necessario che i cittadini prestino ancora maggiore attenzione alla cosa pubblica.
La lettera è molto bella, anche per l’uso reiterato della locuzione “a mani nude”, che fa pensare a gente perbene che lavora.
A questo proposito, mi permetto di rispondere a Vincenzo, che ritiene la lettera “un pò troppo di sinistra”. Credo che in presenza di questo assurdo e impresentabile centro-destra, che in Sicilia è rappresentato da decine e decine di inquisiti per mafia, definire qualcosa “di sinistra” sia il complimento più bello.
Un caro saluto a tutti.

5. Anonymous - lunedì, aprile 24, 2006

complicato commentare qui, ci provo, si la lettera l’ho già letta e come ho anche commentato da Grillo, mi ha umidificato il cuore, e non solo di amarezza, e di rabbia e di quel senso d’impotenza che mi prende quando penso alla mafia così radicata, ma anche di voglia di rinascita che mi auguro che ci sia al più presto, abbiamo bisogno di persone responsabili nei posti giusti, abbiamo bisogno di ritrovare la fiducia, insomma vogliamo respirare

6. bragiu - lunedì, aprile 24, 2006

–> Vincenzo
La lettera è forte.. e se per sinistra intendi essere invisibili ai leader di centro sinistra beh.. allora vorrei fosse così la sinistra.
A differenza della Sicilia, Napoli non ha una candidatura da primarie, bensì da accordi di segreteria… e ti assicuro, da persona che ha votato nelle primarie (anche se non per Prodi), che anche solo l’illusione di poter dire la mia.. mi ha riempito di gioia.

7. bragiu - lunedì, aprile 24, 2006

–>billo
Grazie.

–>aegaion
Ne sono contento.

–>franceschito
La lettera è molto bella, ma è un segnale d’aiuto invocato da chi sta combattendo contro la corazzata Cuffaro/Berlusconi, tra l’ignoranza e l’insensibilità dei leader di csx occupati a spartirsi la poltrona.

8. bragiu - lunedì, aprile 24, 2006

–>anonymus
Il commento a Franceschito penso risponda anche a te..
Un piccolo appunto.. dimmi chi sei.. almeno il nickname per rispetto di chi legge e mio.
Sei comunque il benvenuto.
Grazie.
Beppe

9. Notes-bloc - martedì, aprile 25, 2006

Carissimo Beppone, avevo letto questo messaggio che, poi, ho dimenticato di Postare! Già questa mia dimenticanza è un grosso limite e … pericoloso! Ti ringrazio, per averlo fatto Tu e dalla Lombardia!
Adesso, subito, faccio copia e incolla e lo pubblico pure sul mio Blog, caro mio,
Notes-bloc d’un siciliano doc, per un sol attimo distratto! Ebbene, non possiamo permeterci il lusso di distrarci neppure per un attimo!!!
Un abbraccio

10. bragiu - martedì, aprile 25, 2006

–>notes
Neanche un attimo visto che Rita è rimasta praticamente sola a difendere un barlume di umanità in Sicilia.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: