jump to navigation

.:[scusate il disturbo..]:. domenica, ottobre 22, 2006

Posted by Beppe Bravi (Beppone) in vergogna.
trackback

Gabriele Torsello libero!
Rapiscono Giuliana Sgrena, emerita compagna del collettivo del Manifesto e agiamo come un sol’uomo, ci indigniamo, denunciamo, sfiaccoliamo… Rapiscono un Gabriele Torsello qualsiasi e a nove giorni di distanza, con la vita dell’ostaggio in serio pericolo, non si vede una bandierina della pace in giro.
di Gennaro Carotenuto
Veltroni non si sbraccia e non stende tazebao dal Campidoglio perché non c’è mercato e lo applaudirebbero in quattro gatti. In giro c’è più solidarietà per tal Massimo Ceccherini, espulso dall’ “Isola dei famosi”, una prece, che per Torsello rapito in Afghanistan. Certo che siamo strani noi società civile, noi pacifisti, noi progressisti, noi bravi ragazzi, convinti di essere meglio degli altri, e che invece consumiamo come gli altri, pur struggendoci la coscienza.Consumiamo come gli altri, noi sensibili alle foglie, e quindi il personaggio pubblico Sgrena ci appassiona, ma del carneade Torsello ce ne freghiamo. Ne scrive un po’ Peacereporter, ma lo fa in punta di piedi, quasi con pudore. Torsello stesso chiede ai media di aiutarlo, sostanzialmente inascoltato. Qual’era lo slogan di Indymedia? Qualcosa tipo “fatti media”. Se sull’Home Page di Indymedia non c’è una riga su Gabriele Torsello vuol dire che Indymedia ha fallito. E più ancora di Indymedia, in questo riflusso da elettroencefalogramma piatto, quella che scompare, coperta di vergogna, è la gloriosa piazza pacifista del 15 febbraio 2003. Quella che doveva fermare la guerra e cambiare il mondo. Anche quella era un prodotto di consumo, o meglio: era solo moda.E non si dia la colpa alla sindrome da governo amico. Questo ha scelleratamente scelto di restare in Afghanistan, ma non è colpa di Prodi o Parisi l’indifferenza della società civile italiana verso Torsello. Forse Gabriele, se ti ammazzeranno diverrai un’icona, un’icona pacifista, in fondo è quello che è successo da morto anche ad Enzo Baldoni. Per il momento resti una sottomarca del consumismo pacifista, un prodotto da Hard Discount, un Olio Farchioni incomparabile con un prodotto di marca come Giuliana Sgrena. Per una volta sposo parola per parola il pezzo di Mario Giordano sul Giornale. Ce lo siamo proprio meritato. Perfino l’appello del figlio di Torsello, un bimbetto di quattr’anni, è scivolato via tedioso, pleonastico, melenso.

Scusate il disturbo, avrete senz’altro di meglio da fare ma c’è qualcosa di semplice e urgente da dire: GABRIELE TORSELLO LIBERO!
http://www.gennarocarotenuto.it

Ecco.. che dire.. ho ricevuto questa mail di Gennario Carotenuto e improvvisamente mi sono reso conto di come io sia ignorante sull’argomento e di come è facile disinteressarsi di cose fastidiose e che non sono di moda…
E’ vero che ultimamente non mi interesso a nulla se non alla nascita di mia figlia.., ma anche qui c’è un bambino che soffre e per suo papà non facciamo altro che far finta di non saperne nulla..
L’isola dei fumosi.. già non mi piaceva prima e men che meno adesso. Grazie Gennaro per la mail e per l’autorizzazione alla pubblicazione..

Annunci

Commenti»

1. Gennaro Carotenuto - domenica, ottobre 22, 2006

Sono io che ringrazio te.
Ieri ho ricevuto una telefonata di una cara amica, una che il 15 febbraio 2003 era in piazza insieme (raccontano) ad altri 110 milioni di persone. Parlando d’altro m’ha detto di aver condiviso il mio articolo… sai quello dove parli di quel fotografo… quello rapito in Afghanistan… Non ricordava il nome.

2. Stefania - domenica, ottobre 22, 2006

Io penso che ci sia di fondo anche un fenomeno di “assuefazione”…è brutto dirlo, ma ci si abitua a tutto nella vita, anche ai rapimenti di persone innocenti in zone di guerra, dove, tra l’altro, ogni giorno muoiono decine di persone…anche di questi morti ormai si parla sempre meno, ed i giornali si limitano a dare dei bollettini di guerra relegati in quindicesima pagina…
Io spero di poter gridare GABRIELE TORSELLO E’ LIBERO prima di domani…
Ciao 😉

3. cavaliereerrante - domenica, ottobre 22, 2006

Un caro saluto Beppone!
Anch’io ho fatto un post sulla liberazione di Gabriele Torsello pubblicando una mail che mi ha spedito una sua amica!
Buona serata
Nicola

4. giulia -magacirce - domenica, ottobre 22, 2006

bravo beppone..grazie x averci fatto pensare….
un abbraccio

5. nadia - domenica, ottobre 22, 2006

CHE POSSIAMO FARE BEPPE?’
io l’ ho postato facciamo conoscere l’ indignazione…
e lo schifo del silenzio…

non fa’ odiens …ci son le pupe ..a chi frega di quest’ uomo ??
non ho parole..

auguri comunque ho appreso che tieni il tuo secondo gioiello in braccio …un bacione a tutta la famigliola …auguriiiiiii

6. Beppone - domenica, ottobre 22, 2006

@gennaro
La cosa triste è proprio questa.. non accorgersi neanche che una persona di serie B è in pericolo… ma se fosse di serie A!! 😦

@stefania
In parte ti do ragione.. assuefazione.. ma la colpa è anche dovuta al fatto che i “cosiddetti” giornalisti non ne parlano.. ergo noi.. non ce ne scandalizziamo.

@cavaliere
Non avrei dovuto dubitarlo conoscendoti.. non appena possibile verrò a leggere.

@maga
Grazie a te per averlo fatto.

@nadia
L’unica cosa che possiamo fare.. è proprio parlarne.. almeno tra persone che hanno un barlume di coscienza come noi.
Non è ancora nata.. 😉 Manca poco, ma è ancora sottovuoto.
Bacione.

7. Ambrosia - lunedì, ottobre 23, 2006

ho già scritto ciò che penso su quest’ italietta nel blog di Nadia, ti risparmio una litania. Concordo su quanto scritto. Spero che tra tante menti bacate ci sia qualcuno con un po’ di buon senso e che si adoperi in tal senso.
Approfitto dello spazio per salutare te e la tua famiglia ed esortarti a venire a darmi la notizia quando la piccola verrà alla luce
Mi raccomando
passo spesso anche se non commento sempre
*sono polemica, su questioni politiche rischierei di dilungarmi inutilmente e risultare fascista quando non lo sono affatto!!
però vi tengo d’occhio 🙂
saluti
Ambrosia*

8. Düsseldorfer - lunedì, ottobre 23, 2006

Credo che ci siano molti più retroscena da valutare!

Una saluto Beppone! 🙂

9. Ombra - lunedì, ottobre 23, 2006

In effetti di questo rapimento se ne parla, ma molto meno di altri. Non so bene da cosa dipenda… indifferenza improvvia dei giornalisti, del popolo o della classe politica?
Mistero!

10. emanuele e tiziana - lunedì, ottobre 23, 2006

Caro Beppone, apprezziamo ancora una volta il tuo impegno civile. Ci mobiliteremo al più presto anche noi sulle nostre pagine. Concordiamo nell’asserire che è cosa scandalosa il velo di silenzio che circonda questo povero uomo. Un caro saluto, Emanuele e Tiziana.

11. astralla - lunedì, ottobre 23, 2006

Grazie Beppone per la sollecitazione su cose che effettivamente a volte vengono trascurate per mancanza di attenzione!
Un saluto a colori.

12. andreadidue - lunedì, ottobre 23, 2006

perchè tutta questa differenza? beh, giuliana sgrena era giornalista, è naturale che fosse scoppiato un polverone per così dire. ma lo stesso dovrebbe accadere per questo povero uomo.

13. coneja - lunedì, ottobre 23, 2006

Sono diventata sospettosa sulle cose di cui si parla tanto, penso sempre che se di un argomento ne parlano fino alla nausea, sia per non parlare di qualcos’altro molto più importante…
Per esempio, parlavano tanto degli italiani rapiti in Asia, mentre di quelli rapiti nel Sud America nessuno apriva bocca (e in Venezuela mi pare ne abbiano rapiti parecchi…).
Non so bene perché su Torsello non c’è stato un terremoto mediatico come per la Sgrena o per le due Simone (già chiamarle così a me viene il nervoso), forse perché non abita in Italia o perché non è abbastanza “fotogenico”?
Speriamo comunque si risolva tutto bene…

14. Stefania - lunedì, ottobre 23, 2006

@ coneja …o forse perchè si è convertito all’Islam e in fondo in fondo qualcuno pensa che se lo meriti? 😦

15. cobalto - lunedì, ottobre 23, 2006

Non esistono giustificazioni all’indifferenza…Aspetto da gg. che al tg diano la notizia che venga liberato, ma anch’io non sento vibrare nell’etere la notizia come x gli altri.
Speriamo bene x lui e x i suoi familiari.

16. Frank57 - lunedì, ottobre 23, 2006

Apprendo, leggendo il tuo post, la confortante notizia, ma resto in attesa della NOTIZIA per eccellenza. In bocca al lupo, caro amico e naturalmente auguri al resto della famiglia tra breve più… larga!
Un abbraccio

17. http//.conte.ilcannocchiale .it - martedì, ottobre 24, 2006

ciao beppone secondo me il problema si divide in due parti.
la prima è che rischiamo l’assuefazione per fatti come questi visto il loro ripetersi,la seconda,manon vorrei aprire polemica dal momento che tu ne parli sottolineando il dolore della famiglia e del bimbo,è che vorrei chiederti dove stanno le bandiere arcobaleno?dove stanno beppe…secondo me quelle bandiere hanno un colore politico ( non tutte) e sono mosse ad arte dalla stessa politica.spero di sbagliarmi,ti saluto mandano un abbraccio alla tua famiglia.ciao!!
conte

18. Cilions - martedì, ottobre 24, 2006

Ben detto!

19. Nicolò - martedì, ottobre 24, 2006

Ciao Beppe,

Mi unisco al coro di solidarietà nei confronti di Torsello e della sua famiglia. Effettivamente questo rapimento è stato notevolmente trascurato dai media italiani e dalla rete. Un errore imperdonabile, sia per il diritto all’informazione del cittadino che per le dinamiche che hanno caratterizzato questo sequestro, del tutto insolite. Torsello, di fede islamica, è stato rapito al suo ritorno da Musa Qala, dove con la sua nikon aveva documentato che quella città non c’era più. Al posto dei palazzi e delle case, solo degli enormi crateri. Persino l’ospedale è stato raso al suolo dai bombardieri in missione di pace e di stabilizzazione. Egli era stato scortato in quel luogo dagli stessi talebani, con cui aveva ottimi rapporti, grazie anche alla sua buona conoscenza del pashto (la lingua talebana). Si tratterebbe quindi di un rapimento da parte di truppe indipendenti, a scopo di estorsione. Quello che risulta però strano è come faccia Torsello a caricare le batterie del suo telefono in un paese dove la corrente elettrica manca e ci si deve arrangiare con gruppi elettrogeni? Nella stessa Kabul la corrente elettrica manca quasi sempre ed in quasi tutte le altre città manca completamente. Sietemi di ricarica a energia solare esistono ma mi sembra strano che i rapitori possano disporre di tale tecnologia.

Esistono diverse incognite su questo rapimento, compreso l’appello fatto oggi dai talebani per la sua liberazione. Se hai un po’ di tempo libero ti segnalo un mio intervento nel blog relativo a ciò che è accaduto prima del sequestro e una discussione di un forum che costantemente frequento.

*1.http://svolte-epocali.blogspot.com/2006/10/prima-del-sequestro.html
*2. http://www.forum.rai.it/index.php?showtopic=113127&f=30

Un saluto 😉

20. Beppone - mercoledì, ottobre 25, 2006

@ambrosia
Non devi preoccuparti di venir giudicata.. di pure tutto quello che pensi..

@duss
Forse.. ma alla fine un uomo è prigioniero e nessuno sembra muoversi come fatto per altri…

@ombra
Già .. mistero!

@emaetiz
Si.. scandaloso.

@astralia
Grazie a te.

@ad2
@coneja
@stefania
E lui è “solo” un fotoreporter e per giunta musulmano.. 😦

@cobalto
Lo spero tantissimo.

@frank
Grazie amico mio..

@conte
Sono d’accordo su tutta la linea.. mi fa schifo l’assuefazione aiutata dai media scivolosamente compiacenti e .. dove sono quelle bandiere?? Vale solo per i comunisti come la Sgrena?

@cilions
Già

@nicolò
Grazie della tua analisi come al solito perfettamente esauriente!

21. luigi - domenica, ottobre 29, 2006

Conta poco, ma la bandiera della Pace sventola costantemente dal mio balcone.
I pacifisti per moda sono insopportabili, ma mi fanno schifo ancor di più i politici che cavalcano la piazza solo per scopi elettorali.
Un abbraccio,
luigi

22. Stefania - venerdì, novembre 3, 2006

Hai sentito la buona notizia? E’ LIBERO!!!
Dove sei? In sala parto? mi sta venendo l’ansia questa attesa!!! 😉


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: